Art 9 - Fondo cassa e Finanziamento di attività e progetti

L’Associazione Le Cudere è dotata di un fondo cassa comune in cui vengono dirottate tutte le entrate (quote associative, iscrizioni ai corsi, etc.) e con cui vengono sostenute le spese correnti dell’associazione (consulenze, sponsorizzazioni, etc.). Tale fondo cassa è stato depositato su un conto corrente bancario; sul conto sono depositate le firme di Presidente e Tesoriere. La gestione del conto è affidata al Tesoriere, il quale conserva presso la propria abitazione i documenti relativi al conto corrente.
Tutte le iniziative organizzate dall’Associazione devono essere valutate sulla base della loro sostenibilità economica, e in nessun caso possono essere autorizzate dal Consiglio Direttivo se prive di tale requisito, ovvero nessuna iniziativa dell’associazione deve portare ad uno sbilanciamento economico dell’associazione. Per far fronte alle spese organizzative il Consiglio Direttivo può valutare se sia sufficiente attingere a risorse presenti in cassa, o se ricorrere al co-finanziamento da parte degli associati e/o di sponsor e sovvenzioni.
Tra le iniziative di cui all’Art. 8, le attività sono organizzate dall’associazione per generare un utile, possono dunque essere svolte solo nel caso in cui i costi organizzativi siano inferiori alle entrate generate dall’attività (es. corso o degustazione a pagamento).
I progetti sono iniziative mirate alla costruzione di un patrimonio per le aziende coinvolte e sono coordinati da un capo-progetto, come descritto all’art. 7.1.2. I progetti saranno finanziati direttamente dagli associati che vi aderiranno, per una quota parte che sarà decisa al via del progetto stesso (non tutti i progetti interesseranno tutti gli associati). Per ridurre l’impegno a carico dei soci, per la realizzazione dei progetti possono essere previsti contributi da parte di terzi, quali sponsor o finanziamenti pubblici (europei, regionali, comunali, o da parte di altri enti). All’interno di un progetto, possono essere organizzate attività che contribuiscano direttamente allo svolgimento del progetto stesso (ad esempio eventi divulgativi con degustazione a pagamento, corsi, etc.)
Tutte le attività ed i progetti dovranno essere vagliate in sede di Consiglio Direttivo, dove si deciderà come ripartire e reinvestire gli utili dell’associazione. In sede di bilancio, tutte le entrate e le uscite verranno rendicontate in modo preciso e puntale.
Per quanto riguarda le sponsorizzazioni sarà compito di una commissione interna all’associazione gestire i rapporti con gli sponsor stessi (art. 12).