Art.3 - Attività dell’Associazione

3.1 Categorie di Aziende
Per perseguire gli scopi di cui all’Art. 2, l’associazione si adopera all’organizzazione e realizzazione di varie attività formative, ricreative e culturali a favore di associati o di terzi.
Data l’eterogeneità di attività e competenze presenti all’interno dell’associazione “Le Cudere”, possiamo individuare tre Categorie di Aziende:
- Pura ospitalità: strutture che offrono solo servizi turistici come B&B, affittacamere, alberghi, ristoranti, etc.;
- Turismo e Agricoltura: strutture in cui è presente sia l’attività agricola, sia l’ospitalità, come agriturismi, fattorie didattiche, agri-ristori, etc.;
- Pura agricoltura: aziende agricole senza ospitalità.

3.2 Attività di formazione
L’associazione provvederà ad individuare le esigenze comuni dei soci appartenenti alle varie categorie e ad organizzare specifiche attività culturali, di formazione e/o approfondimento. Tali attività, anche quando fossero indirizzate ad una specifica categoria, saranno aperte a tutti gli interessati, a prescindere dalla categoria a cui appartengono, ed anche ai non soci (cfr. Art. 11 Partecipazione alle attività a pagamento dell’Associazione).

3.3 Attività di animazione del territorio
Per promuovere l’aggregazione fra soci e per favorire gli interventi mirati alla promozione del territorio, l’associazione può anche organizzare eventi ricreativi, culturali, enogastronomici e manifestazioni, a favore di associati o di terzi, (senza finalità di lucro) e nel pieno rispetto della libertà e dignità degli associati. Tali eventi possono essere organizzati in autonomia da “Le Cudere” o, auspicabilmente, in collaborazione con altre associazioni di promozione del territorio che ne condividano scopi ed obiettivi.
Le modalità per collaborare con entità esterne sono descritte nell’Art 12.

3.4 Attività di promozione
Oltre agli eventi sul territorio, l’associazione promuove la redazione e pubblicazione di opuscoli informativi, cartine turistiche ed altro materiale cartaceo promozionale. Per la produzione di tale materiale sarà il Consiglio Direttivo a stabilire di volta in volta il contributo richiesto ai soci.
Le modalità per la gestione delle attività di promozione sono descritte nell’Art 17.